11
feb

All’arrivo della ricaduta, cercavo di capire l’errore fatto e intraprendevo una qualche azione atta a non ripetere più l’errore. Sui primi 2 invece si può lavorare da subito. È stato un incubo. “la mente è al servizio della nostra volontà” come dici.. è proprio vero… Dio benedisse il settimo giorno e lo consacrò, perché in esso aveva cessato da ogni lavoro che egli creando aveva fatto. Un’altra cosa che ho notato? Download Full PDF Package. Vedere Dio (Bruno Ferrero, Il canto del grillo) Una volta un re, convocò tutti i maghi, i sapienti e i sacerdoti del suo regno. GRAZIE Tu infatti ti rendi conto del combattimento mentale, sai quando inizia e sai come fare per non iniziarlo. Ottimo articolo, veramente, come sempre. Dio creò l’uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò; maschio e femmina li creò. Ma allora contro cosa combatto? Mi sembra che ci siano pochi dubbi…, Poi lasciami dire che alla fine non importa che si chiami DOC, DUC DAC o PLIP. 1) vi vengono i pensieri e l’ansia Solo molti anni di meditazione possono aiutarti a capirlo. È veramente un male tremendo ke non auguro a nessuno. Ormai non mi provocano più alcun senso di paura o ansia perché so che sono falsi e che non si realizzeranno mai, ma non sopporto più la loro presenza, io vorrei godere di ogni singolo secondo della mia vita e questi pensieri non me lo permettono! Sono davvero decisa a smettere, voglio farcela, mi sento motivata. 3) così annienterete il problema ogni volta che vi vengono ossessioni e dubbi pensate che è uno stupido doc e concentratevi su altro Non capisco se l’ideale è lasciar scorrere il pensiero, oppure concentrarsi sulla respirazione…, Scusami, volevo scrivere.. ” concentrarsi sulla respirazione, non è diciamo una sorta di fuga dai pensieri ossessivi, un qualcosa che fai, pur di non subirli?” XD. Ti sembra strano? Dopodichè IN TEORIA tutto quello che è ipotizzabile può avere una probabilità che accada. Ciao Lucio, sono sempre io, é normale quando fai scorrere i pensieri si ripresentano più intensi? Perché accade questo? Inoltre io non riesco ad accettare di stare vivendo tutto questo…non accetto l’idea di essere cosi limitato e di essere fragile. Io ci voglio credere e il fatto di essere ottimista forse potrebbe aiutarmi. Perché secondo me il metodo per uscire dal Doc consiste in un percorso fatto di 4 passi: L’accettazione dei pensieri intrusivi è uno dei cardini della fase 3. Potrei anche non fare il tic, lo posso bloccare ma mi sento malissimo, soffro molto, mi sento come se mi mancasse qualcosa e continuo a pensarci anche per giorni a quel tic non fatto. Dopo essere stato dallo psicologo e successivamente dal neurologo ho iniziato una cura con antidepressivi. È solo un momento. ALTRO MECCANISMO: Le informazioni contenute nel sito hanno scopo puramente informativo e divulgativo e non rappresentano in alcun modo un consulto medico o psicologico. Bene, ma andiamo sul pratico. E Dio vide che era cosa buona. Ora mi domando se quelle immagini omoerotiche richiamate con estrema difficoltà e inizialmente profonda indifferenza e disgusto, possano piacermi; cioè richiamo volontariamente(test) quelle immagini per checkare qualche emozione/sensazione/segnale. Queste situazioni costituiscono il terreno fertile perché si sviluppi in non pochi soggetti particolarmente sensibili un disturbo depressivo latente basato sul sentimento di impotenza in conseguenza dello stress eccessivo che ne è conseguito. Pangu non affrontò questa fatica da solo; quattro animali leggendari lo aiutarono a separare il Cielo e la Terra: la tartaruga, la fenice, l’unicorno e il dragone. Quello endorfinico decresce a favore dei sistemi di controazione regolati dai neuropeptidi quali la dinorfina e la colecistochinina (CCK-8). Va ricordato quindi che il deficit di noradrenalina che induce un’ipereccitabilità corticale è l’evento primario al quale fanno seguito a cascata una serie di disordini che mettono in seria difficoltà gli equilibri omeostatici nei più svariati sistemi, tra i quali quello endorfinico che gestisce il benessere psicofisico. Salve. Sono esausta….credimi, Salve mi chiamo.francesco vi scrivo.perche da dei mesi soffro di un grave doc somatico ovvero sulla continua preoccupazione sul mio.stato di salute che mi porta ad ogni.minimo imprevisto tipo uno.scricchiolio una pulsione di un muscolo un prurito ect. Mi sono trasferita all’estero da due anni e il primo anno ero completamente da sola, io e i miei pensieri ossessivi aggressivi. Il timore incombente si può propagare anche al passato, all’idea di aver commesso chissà quale misfatto, di aver provocato incidenti automobilistici, disastri, danneggiato cose e persone. Bravo Alessio, hai sottolineato un aspetto che ho dimenticato: la gentilezza verso se stessi ed i propri pensieri. All’interno dell’uovo, lo yin e lo yang si mescolarono in modo così perfetto che ad un certo punto, senza che l’uovo si schiudesse, ne nacque Pangu: un essere gigantesco, con due grandi corna. E quindi vanno a confermare la tesi più temuta anche perchè sembra che possa piacermi la cosa. ciao. O se preferisci come uno scudo contro l’ansia che sale. E così vià. Dare una spiegazione più o meno plausibile a ciò che ci succede sembra una buona scappatoia in grado di rassicurare il soggetto inizialmente, ma rappresenta soprattutto una modalità di controllo allo scopo, anche se illusorio, di dominare quella realtà misteriosa da cui uno si sente minacciato. Dopotutto tanto tempo fa ho avuto rapporti non protetti quindi…….. Se tutte le bimbe del mondo, volessero darsi una mano, potrebbero intorno ai mari, fare un bel girotondo. Per esempio se uno è eterosessuale non potrà mai essere omosessuale solo perchè non riesce a liberarsi di tale pensiero. Le sue corna e il suo corpo divennero alte montagne e così la Terra diventò così come noi la conosciamo. Ho pensieri di tipo sia sessuale cioè paura di essere o provare qualcosa di perverso, sia di natura generale che a volte mi chiedo ma veramente sto pensando a questa cosa? Io ho sempre sofferto di doc (da omosessualità, da ricerca della perfezione fisica, da ipocondria) anche se ho scoperto che il mio problema era questo da qualche giorno, ovvero da quando ho iniziato a soffrire di DOC aggressivo suicida; infatti è da qualche giorno che ho il terrore costante di impazzire improvvisamente e buttarmi giù da un balcone, non so perché ma l’unica cosa che mi spaventa davvero è questo tipo di suicidio, per gli altri provavo indifferenza… fino a stasera, quando mi è venuto il terrore di potermi suicidare girandomi forte il collo (non so nemmeno se sia possibile) e adesso la mia ossessione è quella della paura di non riuscire a controllare questo “impulso” (che in realtà so non essere un impulso perché io non desidero per niente morire, anzi amo la vita).. è come se vedessi questa azione come troppo facile e a portata di mano e potessi compierla con molta facilità E sul perché sia la chiave per bloccare i pensieri intrusivi. alquanto frustrante…..come tecnica vale la stessa cosa lasciar scorrere? Poniti come obiettivo quello di resistere il più possibile avendo il respiro come faro per la navigazione nel mare agitato. PRIMA ANDARE A BALLARE PER ME ERA UN PIACERE MA CON QUESTA OSESSIONE MI AZZERA TUTTA LA MIA VOGLIA E I MIEI DESIDERI E SOGNI… È davvero dura da affrontare perché non so come comportarmi mi sale l’ansia e la depressione e LESASPERAZIONE DI TROVARMI BLOCCATA. Alla fine tutti gli errori e tutte le scuse sono da imputare solo a me. su questa cosa sto facendo esposizione e sto migliorando ma non riesco a fare questa cosa con gli assorbenti che,se mi trovo in giro,non posso assolutamente buttare,pena?! So che la strada è ancora lunga,ma voglio essere fiducioso, lo devo alla mia vita, per ora ho iniziato un percorso di psicoterapia,spero di uscirne quanto prima , che dire… per risovere questo problema+ Un deficit cronico di noradrenalina produce uno squilibrio che si riversa a livello ipotalamico sull’asse dello stress con una sovrapproduzione di CRF, cortisolo, e prolattina. Concentrati semplicemente su di esso. E che provo un po’ di ansia ? Quando entrava era molto fastidioso. Ciò si verifica in particolare quando si è esposti in maniera cronica a modelli da cui trasuda una conflittualità permanente ,un’incoerenza palese emotiva e comportamentale, mancanza di regole, ed ad ambienti nei quali traspare pesantemente un senso di imprevedibilità ansiosa. Dio chiamò il firmamento cielo. Sono consapevole del fatto che il mio percorso di guarigione potrà iniziare soltanto quando avrò accettato tutto ciò…ma passare da un equilibrio ritrovato con fatica, un amore verso se stessi molto forte a tutto questo è un po “fastidioso”. Ora, è stato suggerito da diversi autori che le esperienze stressanti durante i primi anni di vita possono avere a lungo andare un effetto deleterio sulla corteccia orbitofrontale impedendone la maturazione. L’ acetilcolina, se eccedente, provoca ad esempio a livello dell’epifesi una diminuzione nella sinstesi della melatonina e a livello corticale un’attività cognitiva anomala caratterizzata da iperriflessività e rimuginamento pessimistico, come si verifica appunto nei soggetti ossessivo-compulsivi che scandagliano il passato alla ricerca puntigliosa di negatività colpevolizzanti. E’ una delle tecniche più conosciute ed utilizzate nelle fasi iniziali dei percorsi di meditazione. […]. La cosa che mi spaventa di più è pensare:e se questi pensieri non passasse ro mai? Quando sono sola mi viene in mente e mi sale la paura che dietro l’angolo ci possa essere una persona che è nel momento di down e mi aggredisca perchè pensa che io abbia del flakka. Io sono una persona che ama la vita. Noi dobbiamo cercare di rimanere il più a lungo possibile nel mondo della realtà, perchè quello della mente è una grande fregatura (almeno finchè si ha il Doc). Non devo per forza toccare quella cosa, basta che io o un mio familiare la attraversi solo in linea d’aria che impazzisco. Aiutami. L’accettazione è tutta un’altra cosa. L’elemento scatenante è legato a pensieri ossessivi nei confronti del mio seno. In verità è proprio il contrario: i pensieri intrusivi non hanno alcun significato. Nel DOC l’atto compulsivo ha in particolare lo scopo di ridurre lo stato di sofferenza legato , secondo modalità tipiche del pensiero magico, a contesti di minaccia provenienti dall’interno o dall’esterno dell’individuo. Credo quindi non sia molto corretto dire che il contenuto di un’ossessione è sempre falso,perchè ,seppur in minima percentuale ,potrebbe anche essere probabile che ad esempio una sciagura possa verificarsi, che possiamo contaminarci mangiando in un ristorante,ecc….il segreto sta proprio nel non scongiurare questo rischio e lasciar scorrere il pensiero e magari dirsi ” la certezza assoluta non l’avrò mai per cui accetto anche il rischio minimo che possa essere così”….cosa ne pensi? MAI”. Al nucleo caudato ed al putamen arrivano le afferenze da tutta la corteccia ,mentre le principali uscite del sistema coinvolgono il globo pallido interno e la parte reticolata della sostanza nera. La paura che ho ultimamente e che mi sta ossesionando è che non ne uscirò mai come è successo a molti e che magari mi rovinerà la vita! Se l’emozione è forte è molto facile confondere. Non sei sola, ti mando.un abbraccio grande! Vale la pena di accennare al funzionamento del cingolato anteriore ribadendo lo stretto legame con la corteccia orbitofrontale, nonostante che appartengono a due circuiti distinti a se stanti. Le proiezioni noradrenergiche che coprono l’intera corteccia hanno una funzione inibitoria che serve a mantenere a freno nei momenti di maggiore tensione l’eccitabilità dei suoi neuroni favorendo così una reazione più consona ed efficace nelle avversità. No, perchè stai compulsando. ciao, In realtà il tuo commento è molto interessante. E’ proprio cercando di controllarlo che lo facciamo diventare ossessivo. help!! La mietitura rappresenta la fine del mondo, e i mietitori sono gli angeli. la causa del doc è descritta qui ragazzi, sono fonti ufficiali e credo che sapere cosa sia questo disturbo sia un diritto per voi, e per tutti . Dopo essere stato a contatto con una persona molto negativa per diverso tempo, (tossicodipendente di eroina e purtroppo per lui impotente) sono iniziati questi pensieri… direi che la parola che la mia mente ha pronunciato più di tutte credo negli ultimi anni sia stata IMPOTENZA! Sono costantemente in tensione e immagino sempre che possa accadere qualcosa appunto di tragico triste e catastrofico. 5 – Rimani agganciato come puoi al respiro. Siccome la fede è sempre stata per me qualcosa di veramente importante, non mi riconosco in questi pensieri, anche se mi vengono spesso e nelle situazioni più disparate. Io ci provo ad accettare, a fare meditazione, cerco di essere indifferente… lasciar scivolare via i pensieri senza dargli peso..ma ho la mia bambina sempre davanti ed è molto difficile. Non posso aspettare domani lo psicologo.. Davvero secondo te sarei in grado di uccidermi o è solo sto schifo di doc? Questi ultimi assieme al deficit endorfinico, esaltano anch’essi l’asse dello stress e inducono nei soggetti vissuti caratterizzati da tristezza, paura, pessimismo, irritazione, autodisprezzo, umore nero, senso di sofferenza fisica e psichica, iperalgesia. Se i nostri pensieri durassero di più, la nostra vita sarebbe interamente assorbita dal film mentale e non potremmo fare nulla nel mondo reale. E’ la mente ansiosa che ci mantiene in uno stato di allarme “pre-catastrofe” costante per sventare ogni più minimo ed improbabile pericolo. Le attività compulsive dovrebbero poi consentire l’estinzione o comunque l’attenuazione del sintomo ossessivo. Ogni qualvolta si presenta un’ossessione ,con gentilezza verso voi stessi e senza giudicare, portate l’attenzione al respiro lasciando fluire i pensieri. Grazie mille (ps quando guardo un ragazzo che mi paice a scuola tremo tutta e ho le farfalle allo stomaco). Premetto che io non so se sono ossessivo compulsiva, è da due anni ormai che non sto più bene, ho periodi depressivi, attacchi di panico e dulcis in fundo da mesi ho due pensieri ossessivi che in determinato episodi mi hanno provocato grossi disagi, fino ad arrivare alla derealizzazione e a pensiero suicidi per il terrore. Ora non mi domando più: sono gay? Leggo sempre con interesse i tuo articoli. Con i pensieri funziona esattamente allo stesso modo. In principio, Doondari scese sulla Terra e creò una pietra, che creò il ferro, che creò il fuoco, che creò l’acqua, che creò l’aria. che a lungo andare mi creano dei tic su ogni parte del corpo. Per quale motivo lo chiamiamo così? Ma quando il pensiero ossessivo prende forma da un problema reale ( una frase detta dal mio ragazzo che non ho compreso e che x ovvie ragioni non è piu possibile risolvere perche il mio ragazzo non ricorda nemmeno di averla detta ) come si fa ? Sono molto incoerente. Fa parte della natura bizzarra della mente e non ci possiamo fare niente, se non accettare la loro presenza. Grazie di cuore a chi mi leggerà e grazie a lucio per aver affrontato un argomento difficile come questo. Ma quando ci prende si salvi chi può, soprattutto quando sono in fase pre-ciclo mamma mia! Ho da poco iniziato a seguire una psicologa ma devo ammettere che questo problema costituisce un grande ostacolo. Laura Narcisi. Girotondo intorno al mondo. E’ proprio il contrario!! Io non le farei MAI del male!! Ma non lo sono. spuntano automaticamente e più spuntano più vi fanno paura più vi viene l’ansia e più ritornano sto leggendo oggi per la prima volta alcuni articoli su questo sito e la prima cosa che mi sono chiesta è: ma se l’ossessione nasce da un fatto concreto e dal dolore per qualcosa che realmente accade ma che non abbiamo il potere di risolvere e controllare come (ed è il mio caso) la sofferenza degli animali ? Lo so che qui non troverò medici ma avrei tanto il desiderio di sapere cosa ne pensate di ciò che fin dall’infanzia mi sta accadendo. Io passo da una nevrosi all’altra e ho sempre tachicardia. Dopotutto siamo perfetti, ma perfetti non vuol dire essere impotent… OOPS perfetti per qualcuno e dopotutto credo che i Docker siano veramente niente in confronto a malattie più serie. E quando viene fuori prepotente, stravolge l’esistenza, quasi annienta, soggioga, rende schiavi. Dici molto bene. Soffro tanto. la frustrazione per non riuscire a bloccarli, il nostro desiderio estremo che tutto finisca. This paper. , Grazie Lucio, riesci con pochi riferimenti a centrare l’essenza della problematica ossessiva. In tal modo il sistema dopaminergico viene ad essere sovrastimolato, ma in maniera troppo rapida, e ciò impedisce a suoi circuiti di potenziare quella che è una proprietà fondamentale per il suo sviluppo e cioè la capacità analitica, la sola che permetta una elaborazione in profondità attiva e selettiva degli stimoli. Poi però mi ricordo di quando ero io nella stessa situazione e comprendo che questo concetto non è così semplice. […] questa importanza… sono pensieri, che si formano spontaneamente nella nostra mente (sapevi che produciamo è più di 60000 pensieri al giorno? Non lo so. Devono arrivare ad essere la stessa cosa. Il lettore non è autorizzato a servirsi dei contenuti del sito come consulti medici personalizzati. Io so solo che non sono per niente lucida, ho paura di poter fare una cosa del genere, mi vengono in mente domande del tipo “e se vomitare in realtà mi facesse bene?” E mi spavento ancora di piu perché in cuor mio so che è una cosa schifosa che non porta a nulla. quello che tu dici a proposito della nostra parte oscura è un concetto importantissimo. Ogni volta che prendo qualcosa con la mano sinistra, mi viene sempre uno stato di angoscia generale, quando riassetto casa, guido l’auto, prendo il telecomando insomma in ogni dove. Ciò facilita la permanenza nel tempo e la vividezza dei ricordi che hanno una particolare rilevanza per il soggetto, in convergenza però con altri processi che non abbiamo menzionato. D’altronde la corteccia del cingolato anteriore non solo è implicata nelle situazioni conflittuali , ma ha anche il compito di mediare il comportamento motivazionale e l’attenzione è un requisito fondamentale di questo meccanismo. Il mito prosegue poi con il regno di Zeus, che uccise suo padre Crono dando inizio a un nuovo regno. E’ quindi uno stato depressivo latente, con tutto il suo carico di sofferenza, a fornire il substrato e a costituire la causa prima del disturbo ossessivo-compulsivo, che si configura come un fantasma nel momento in cui lo squilibrio depressivo tende ad esplodere per motivi contingenti. Prima o poi scriverò del materiale in merito. l articolo è molto interessante, specie per me che ormai sono 8 mesi che soffro di ossessioni, Il problema era che da una parte volevo mi andasse via, mentre dall’altra no ed è più o meno la stessa sensazione che da piccola provavo prima di addormentarmi, quindi di cadere in uno stato di inconsapevolezza. È come se avessi perso la consapevolezza. IL MILLEPIEDI CI PENSO’ ED INCIAMPO’……. Lucio, è la prima volta che mi sono paicevolmente imbattuto in questo suo interessante, esaustivo, convincente, professionale, incoraggiante, terapeutico e utilissimo interevento sul pensiero “INTRUSIVO”, E… consiglio personale: se inizi la vipassana, non ti fermare quando hai superato il Doc. Salve io vorrei sapere il motivo del mio disturbo.Io ho visto un video in cui c erano delle persone che non conosco,e mi fossilizzo sempre su quella festa anche perché sono curioso di conoscerle e non Conosco nessuna persona..Volevo sapere se è normale questa cosa o sono io che non ho niente da pensare. Mi sento in trappola e sto combattendo l’ansia. Conoscere se stessi è un traguardo per allontanare tutte le nostre paure. Tuttavia, è tanto fondamentale quanto difficile. 3 – Segui con attenzione il respiro. Quando i pensieri in qualche modo ci provocano un qualche tipo di emozione. Ma anche molto molto difficile. un bel ponte sulle onde. Un abbraccio. Grazie. si concordo con te. Tale similitudine ci aiuta a capire il valore sociale del pensiero narrativo: la storia dell’umanità nasce dalle storie ed è attraverso le storie. Salve sono un ragazzo di 25 anni, che soffre di gad da circa 4 mesi, periodo durante il quale ho sofferto e soffro tuttora di ogni qualsiasi disturbo psicosomatico. Poi ho trovato la via della guarigione “osservando” i pensieri e facendo meditazione, come mi ha insegnato il mio psicologo transpersonale che ringrazio moltissimo. Ciao Lucio,potresti per favore spiegarmi cosa vuol dire il fatto che il DOC funziona a cicli? Spesso il DOC cambia forma e contenuto, ma i meccanismi rimangono gli stessi e tu ne hai già una ottima consapevolezza. Devi coltivare dentro di te la voglia di rivalsa. Non potevo guardare in tv ciò che volevo, vestirmi come volevo, doveva stare molto attenta a vocaboli che utilizzavo, raccomandazioni su qualsiasi cosa, insomma una serie di cose (una lista molto lunga che non sto a mettere) dove ero molto condizionata e che mi portavano a fare tutto di nascosto. Fà parte del percorso e và accettato. Ho capito finalmente che ragionando su questo pensiero che mi assilla per ridimensionarlo,minimizzarlo, e renderlo meno preoccupante, lo rafforzo. Spesso a fine giornata sono esausta e desidero solo dormire per smettere. Un ipofunzionalità dell’area orbitofrontale si traduce in una serie di atteggiamenti e comportamenti che potremmo definire immaturi e istintivi. Un’ importante efferenza coinvolge le aree paraippocampali sulle quali convergono tutte le modalità sensoriali specifiche dirette verso l’ippocampo. Lo so che voi non potete darmi una diagnosi medica e non voglio questo. Concentrarsi sul respiro significa distrarre l’attenzione dal pensiero, non rispondere e non compulsare. Ci tenevo al mio uomo. Non ne parlo mai con nessuno perché mi sento strana, diversa dalle persone che mi circondano, letteralmente fuori dal mondo ma in questo articolo ho trovato delle persone che vivono la mia stessa (o quasi) situazione e da una parte mi rincuora anche se vorrei svegliarmi domani mattina e vivere come una persona normale. lo sò che è durissima, ma ce la si fà. Ogni volta che ci si da un rassicurazione ad una domanda ossessiva e che mette ansia…la domanda sparisce x un po e noi torniamo sulla nostra strada fino alla prossima domanda. Ho un appuntamento fisso. Rimani agganciato ad esso. Dopo una cura di 2 settimane ho dovuto smettere. Non ho mai sofferto di depressione e sono discretamente ottimista. Salve mi chiamo Aldo è da circa un mese che soffro di un disturbo cioè non so se questione di doc o altro..non ho mai avuto niente di simile in vita mia.. Sto cercando di fare il possibile di resistere a tutto ciò tra scrivere meditare e leggere..si ammetto di essere stato troppo pessimista e negativo dando sempre meno valore a me è alla vita.. Perché tutto ciò causato da brutte esperienze d’infanzia e vecchie relazioni.. Adesso voglio ritrovare la mia lucidità e a non pensare a nulla di tutto ciò assurdo datemi qualche aiutino grazie, É incredibile che legga queste cose in un blog anni dopo che qualcosa di inspiegabile stava accadendo alla mia mente… sono stato da uno psichiatra e da due psicologi e nessuno mi aveva parlato dei Docker. Sono le tecniche che si basano sul diventare un puro spettatore di quanto accade, senza intervenire, assumendo un atteggiamento di distacco che sistematicamente "spegne" le ossessioni togliendogli la benzina. Ho letto me stessa in questo articolo, e siccome sono una che legge molto queste cose, forse per rassicurarmi che non ho malattie gravi ecc…posso dire di aver solo e sempre trovato poche risposte alle mie domande.Qui mi sento compresa a pieno.On pratica,il meccanisco d accettazione contro i pensieri negativi,gia mi scatta automatico,ma il punto è che nonostrante io faccia questo lavoro enorme,questi ritornano.Ho notato,cosa piu dtrana,che i momenti in cui peggioro sono in pre ciclo…Cmq grazie x la stesura di questo articolo,molto interessante la parte che include il metodo di respirazione. E loro possono fare qualcosa e rimanere?? Beh ma anche io sento le canzoni tutto il giorno!! Tutti gli atti che facevo prima con piacere e gusto. Ho capito la domanda che ti ho fatto prima si riferisce all’ansia di non avere ansia…ovvero e se poi non penso più a tutte quelle cose..(quindi non avere più il doc) cosa succederebbe qualcosa di brutto? Quando puoi mi farebbe piacere che parassi anche del doc aggressivo !!! Gli animali che vivevano con Kamui, guardando quel mondo meraviglioso, convinsero la divinità a farli abitare sulla Terra. Un libro è un insieme di fogli, stampati oppure manoscritti, delle stesse dimensioni, rilegati insieme in un certo ordine e racchiusi da una copertina.. Il libro è il veicolo più diffuso del sapere. Così ho pensato di scrivere un po’ di quello che ho imparato su questa parola controversa: “accettazione”. Dio vide quanto aveva fatto, ed ecco, era cosa molto buona. Per me, la felicità è la cosa più importante e se sono felice il mio lavoro lo dimostra. Ma anche la morte divenne arrogante, tanto arrogante da sfidare il Creatore. Perché il DOC è molto abile a comprendere che stai tentando di sfuggire al suo controllo. Senti secondo te può essere che una serie di sintomi fisici, dolori qua e la, mal di testa, bruciori ecc siano dovuti al fatto di appunto “lasciar scorrere” non compulsare, non scaricare nevroticamente la tensione ma lasciare che la natura faccia il suo corso? Continuo a provare a fare le cose che mi piacevano fare anche se mi arrivano sensazioni o pensieri ? Forse vale la pena a questa punto di fare un passo indietro e provare ad analizzare quella che è la funzione più conosciuta dei gangli della base e cioè la funzione motoria. guarisce e si ammala da.solo pero.se.tu ti fingi medico e stressi il tuo corpo ti puoi far del.male.. io.ne sono.consapevole ma non riesco a non.controllare da me il mio.corpo anche dopo una visita medica che mi.dice che è tutto ok.. le.cose brutte sono due sia che in questi sei mei ho.sviluppato cosi tante fobie sul.mio.corpo.. tipo.occhi naso orecchie gola pene ano intestino polmoni.. ect non capisco inoltre quando ho l’istinto natuare di urinare defecare starnutire sbadigliare tossire ec.. mania dell’igiene e contaminazione che finisco.con il.rendere queste funzioni corporee naturali finisco con il renderle volontarie e quindi esasperandole.mi.preoccupo.. la seconda.cosa.brutta che da sul semplice controlollo.di una secondo anche quello.piu innocuo come puo essere un prurito ad un occhio mi.dico mi.controllo.solo una volta che poi so.benissimo.che non è cosi finiaco.con.lo scatenare una serie di.vizi su altri.organi o vizi.nuovi su altre parti del corpo. Ragazzi non so più cosa pensare… L’unica cosa che mi dispiace è che ho perso la stima di alcune persone, che vedendomi in difficoltà mi hanno un po’ allontanato… ma tanto sono comunque persone su cui non posso contare quindi pace, e forse la più dolorosa quella di mio padre che mi considera quasi pazzo.

Ravvedimento Tardiva Presentazione Unico 2020, Passé Composé Venir, 10 Novembre Nati, Quale Fenomeno Naturale Sei Quando Ti Arrabbi, Solido Vegas Jones Accordi, Forno Smeg Sf585x Scheda Tecnica, La Caldaia Ogni Tanto Si Accende, Sognare Tavolo Smorfia,

0 No comments